Cerca il cognome di un autore nel catalogo.
Separa pił autori con uno spazio (ad esempio "Calvino Salinari").
Cerca il titolo dell'opera nel catalogo.
Per ricercare pił parole inseriscile separate da uno spazio (ad esempio "storia antica").
Cerca una o pił parole all'interno del sito. Per ricercare pił parole inseriscile separate da uno spazio.
Informazioni bibliografiche e struttura completa dell'opera, per i singoli titoli (volumi, fascicoli, moduli e materiali ancillari, anche su diverso supporto) che la compongono. I titoli indicati con (*) sono attualmente pubblicati e reperibili in libreria o presso le Filiali Zanichelli.
Tutte le opere pubblicate dal 1859

Cerca nel catalogo

Help

Help

Ricerca avanzata

Naviga nel catalogo

Strumenti

Giosue Carducci

Cadore

Prima edizione

1892

In 4°, pp.15 + 5 n. n., con tavola (Piazza Tiziano in Pieve di Cadore).

"Finito di stampare il 19 settembre 1892".
Nello stesso anno uscirono la prima e la seconda edizione.


Di proprio pugno il Poeta corresse sulle bozze 'Giosué' in 'Giosue'.
L'ode fu scritta a Misurina nel Cadore nel 1892, e pubblicata il 20 settembre dello stesso anno. Fu ispirata dalla vista di due monumenti che sorgono a Pieve, nella Piazza del Comune: l'uno a Tiziano Vecellio, l'altro a Pier Fortunato Calvi, l'eroico difensore del Cadore nel 1848.
"Il canto pe'l 20 settembre è "Cadore. Combattimenti del '48 e Pietro Calvi".": GIOSUE CARDUCCI a CESARE ZANICHELLI, 28 agosto 1892. "Seduto innanzi a una finestra spalancata dalla quale mi appare la statua di Tiziano Vecellio, sto scrivendo un'ode al Cadore.": GIOSUE CARDUCCI a RENATO FUCINI, luglio 1892.
"Il Libraio Loescher non aveva più ieri sera una sola copia di "Cadore", messo in vendita due giorni prima e spedito a centinaia di copie a tutti i librai d'Italia.": A. GABRIELLI, «L'Opinione» (Roma), 23 settembre 1892.
Lettera del Carducci al Sindaco di Noale: "Firenze, 3 ottobre 1892 - Ill.mo sig. Sindaco, Ringrazio V. S. dei sentimenti ch'Ella mi significa a nome di cotesto popolo, che ebbe il vanto di Pietro Calvi. Dire degli eroi, segnatamente di quelli che diedero l'anima e il sangue al dovere e alle sante idealità, è ufficio e pregio della poesia: compenso unico e supremo al poeta che i popoli si commovano a ora a quei detti; e ricordino, e imparino."
Al Sindaco di Pieve del Cadore: "Bologna, 10 gennaio 1893 - Ill. Signor Sindaco, Sento profondamente tutto che Ella mi dice da parte del suo nobile popolo. Quanto fui contento e superbo come italiano, di conoscere il Cadore! Ciò che io potei scrivere fu inspirato dalla verità ed è forse meno di ciò che penso. Ella e i Suoi popolani sono troppo buoni. Ma certo la loro approvazione è il miglior compenso al poeta. Non mai ebbi tanto alto premio. Grazie di cuore.": GIOSUE CARDUCCI.
"Cesare Zanichelli, con voce sommessa e col fare un po' impacciato di quando dubitava esporsi a un rifiuto, mi disse, di là dal suo banco: - Senta Albertazzi, l'ode al Cadore è un po' difficile per il grosso pubblico: non Le pare? Il professore gradirebbe un articolo illustrativo da dare al 'Carlino'. Lo farebbe Lei? - Pensai un poco e poi risposi: - A un patto: il Professore veda l'articolo prima che lo diate al giornale. - Il Carducci acconsentì: solo tolse il cappello perché conteneva troppe lodi.": ADOLFO ALBERTAZZI, "Il Carducci in professione d'uomo. Ricordi e aneddoti", Lanciano 1921.

Informazioni bibliografiche Help
  • Cadore - Ode, 1892
Zanichelli editore spa - via Irnerio, 34 - 40126 Bologna
Tel. (+39) 051 293.111/245.024 - Fax (+39) 051 249.782
zanichelli@zanichelli.com

Capitale Euro 25.000.000
Partita IVA 03978000374 - Codice Fiscale e n. iscr. nel Registro delle Imprese
08536570156 - R.E.A. n. 329604
vai al sito Zanichelli
© Copyright Zanichelli editore spa

credits

Zanichelli Editore per le proprie pubblicazioni scolastiche opera con sistema qualitą
certificato CertiCarGraf n. 477 secondo la norma UNI EN ISO 9001:2000